Quanto costa riverniciare un’auto a regola d’arte?

Il desiderio di cambiare colore oppure la necessità di coprire dei graffi: molti ci chiedono quanto costa riverniciare un’auto per motivi come questi. 500, 1000, 3000 euro, dopo aver posto la fatidica domanda a vari carrozzieri, si ottengono risposte eterogenee. Come mai la cifra cambia così tanto a seconda di chi offre il servizio? Dove sta la differenza tra una riverniciatura economica e una eseguita a regola d’arte? In questo articolo vi illustreremo brevemente come si effettua questa lavorazione. Per maggiori dettagli, non esitate a chiedere consulenza allo staff competente di Style Car. Vi aspettiamo in officina per offrirvi senza impegno la nostra valutazione e un preventivo dei costi e per consigliarvi sulla soluzione con il miglior rapporto qualità/prezzo.

INDICE

  1. Stabilire quanto costa riverniciare un’auto
  2. Riverniciatura auto a regola d’arte
  3. Riverniciature auto più e meno costose
  4. I vantaggi di una riverniciatura della carrozzeria ad hoc
  5. La garanzia sulla vernice dell’auto

1. STABILIRE QUANTO COSTA RIVERNICIARE UN’AUTO

Per stabilire il costo della riverniciatura di una vettura si valutano innanzitutto le condizioni della carrozzeria al momento della richiesta. Ci possono essere vari motivi per cui si rende necessaria tale operazione e uno di questi è il fatto di aver danneggiato delle parti. Se oltre a piccoli graffi sono presenti anche ammaccature importanti, il costo della lavorazione sarà inevitabilmente più elevato. Bisogna tenere presente che a volte verniciare non basta, come nel caso dei danni da grandine o di un’auto incidentata.

Un altro fattore che può comportare variazioni di prezzo è la scelta del colore. Se si desidera una personalizzazione della tonalità della carrozzeria, magari con un effetto metallizzato particolare, ciò inciderà sui costi della materia prima e sul tempo necessario a effettuare il lavoro.

2. RIVERNICIATURA AUTO A REGOLA D’ARTE

Non si deve cadere nell’errore di credere che i carrozzieri che chiedono cifre più alte per la riverniciatura dell’auto siano disonesti. Molto spesso invece proprio chi presenta un preventivo dei costi un po’ più elevato comprende tutti i passaggi e i materiali necessari a garantire un risultato perfetto e duraturo nel tempo. Non tutti gli operatori del settore sono dotati di esperienza specifica nell’applicazione di colorazioni particolari, ad esempio in presenza di graffi. Allo stesso modo, non tutte le officine dispongono delle migliori tecnologie per eseguire questi lavori.

Con un intervento eseguito a regola d’arte, si potrà contare su un risultato ottimale e su una tenuta a lungo termine della riverniciatura. L’auto sembrerà come nuova.

Come riconoscere un esperto in riverniciatura auto?

Per tutelarsi e scegliere il professionista più idoneo, è importante fare attenzione alla trasparenza sulla spiegazione relativa alla tipologia di riparazione o verniciatura. Se ad esempio è presente un’ammaccatura sulla carrozzeria, una riparazione meno costosa è quella che prevede lo riempimento con stucco e poi la riverniciatura. Questo tipo di procedura purtroppo ha una durata inferiore nel tempo a causa degli sbalzi di temperatura. Un professionista serio ha il dovere di illustrare al cliente tali differenze.

Inoltre, è possibile richiedere la certificazione dei lavori eseguiti, come garanzia della serietà del carrozziere.

3. RIVERNICIATURE AUTO PIÙ E MENO COSTOSE

Alcuni tipi di tinte si possono riverniciare con una spesa mediamente inferiore. Tra queste ci sono i colori neutri e non metallizzati, come ad esempio il bianco. La finitura più economica, che dura circa un anno, si ottiene tramite l’applicazione di una vernice smaltata a una mano che dona lucentezza alla carrozzeria. Si utilizza soprattutto per i ritocchi. La verniciatura in uretano (da cui deriva il noto poliuretano) ha una durata di circa tre anni ed è tra le più utilizzate. Grazie alle procedure da noi applicate, la durata di questa verniciatura si estende fino a dieci anni.

Le tinte più belle e particolari di solito richiedono una procedura più elaborata per la riverniciatura. Un esempio è la vernice perlata, la quale comporta l’applicazione di tre strati. La riverniciatura della carrozzeria di un’auto bicolore o tricolore è tra le più costose. Questa, infatti, comporta la ripetizione dell’iter per ciascuna colorazione poiché non si possono eseguire in contemporanea le varie fasi di verniciatura di più colori, dalla preparazione all’applicazione.

Quanto costa riverniciare un'auto

4. I VANTAGGI DI UNA RIVERNICIATURA DELLA CARROZZERIA AD HOC

A fronte di un costo che potrebbe essere superiore rispetto a quelli preventivati da altre officine, con una riverniciatura della carrozzeria eseguita a regola d’arte si potranno riscontrare dei vantaggi:

  • una corretta verniciatura dell’auto ripristina l’estetica ottimale della vettura;
  • il trattamento eseguito con i migliori prodotti e le tecnologie più avanzate protegge la carrozzeria da fenomeni di corrosione e ossidazione. Un esempio di apparecchio utile a tale scopo è il tintometro, un dispositivo formato da una serie di serbatoi contenenti i colori base da dosare con accuratezza. Lo spettrofotometro per vernici, invece, analizza il veicolo per acquisire i dati esatti di ciascuna tinta;
  • un carrozziere che dispone della cabina di verniciatura eseguirà l’intervento con maggior precisione, dentro a un ambiente asettico, che restituirà un’auto più pulita, evitando il problema delle polveri;

l’essiccatura della vernice si esegue in modo impeccabile con lampade a infrarossi a onda media e corta.

5. LA GARANZIA SULLA VERNICE DELL’AUTO

La garanzia sulla vernice dell’auto è obbligatoria e prevista per legge. Solitamente le case automobilistiche che producono auto garantiscono la vernice per la durata di 3 anni e applicano una garanzia sulla corrosione passante di 12 anni. Quando si fa riverniciare la carrozzeria, invece, la legge indica l’obbligo di garanzia di 36 mesi ma l’estensione di tale periodo può variare in base al preventivo del carrozziere.